Course objectives

Outline, texts and goals
Access to further study
The title grants access to all 2nd cycle degree programmes (Postgraduate and 1st level Masters) in accordance with the requirements established by the respective regulations.
Professional status
Communications expert
Career opportunities and professional activities envisaged by the degree course are to be found in public and private organizations, both national and international, in positions of responsibility involving communication and relations with the public, or as experts in multimedia and distance education, and professionals in publishing companies and advertising agencies. As mentioned above, another possible opportunity is the continuation of studies in second level university courses.
Caratteristiche prova finale
La prova finale, cui si accede dopo aver acquisito un numero di crediti che varia da 171 a 177 (e che consente l'acquisizione di altri crediti che variano da 3 a 9), consiste nei seguenti tre elementi:
a) la stesura, sotto la guida di un docente, di un testo scritto in lingua italiana (o in lingua inglese);
b) il relativo riassunto in lingua straniera (o, rispettivamente, italiana);
c) una correlata presentazione multimediale.
La prova finale dovrà quindi consentire allo studente di comprovare la preparazione complessiva (contenuti, lingua, tecniche multimediali) acquisita al termine del corso di laurea. Sono valutate in particolare l’autonomia di analisi e giudizio mostrate nell’elaborato scritto, mentre il riassunto e la presentazione multimediale sono indicatori di capacità di trasmettere in modo sintetico ed efficace i principali risultati raggiunti.
La votazione di laurea (da un minimo di 66 punti a un massimo di 110, con eventuale lode) è assegnata da apposita commissione in seduta pubblica e tiene conto dell'intero percorso di studi dello studente. Le modalità di organizzazione della prova finale e di formazione della commissione ad essa preposta e i criteri di valutazione della prova stessa sono definiti dal Regolamento didattico del corso di laurea.
Conoscenze richieste per l’accesso
To be admitted to the bachelor's degree program, the student must hold a high school diploma required by current regulations, or another qualification obtained abroad, recognized as suitable according to the laws in force. Additionally, admission requires the following adequate initial preparation: basic knowledge of the English language; basic knowledge of some computer tools; proficiency in the Italian language (written and oral) and the ability to comprehend texts. The methods for verifying the adequacy of the initial preparation and for addressing any gaps or educational deficits of the student are governed by the Didactic Regulations of the bachelor's degree program.
Title conferred
First cycle degree/Bachelor in COMMUNICATION, INNOVATION, MULTIMEDIA
Obiettivi formativi specifici
The degree course in 'Communication, Innovation and Multimedia' aims to train professionals (consultants, technicians, middle managers) in a rapidly evolving sector, not only to keep up with the continual emergence of new skills and the evolution of technological processes connected to the world of communication, but also for the continuous transformation, in a communicative sense, of pre-existing professions, taking into account new communication requirements both in the community and among professionals that that community wishes to employ. On the other hand, given the significant propensity of graduates to continue towards a second-cycle degree course, and taking into account the supply chain activated at the University of Pavia with the presence of second-cycle and master's degree courses in areas of communication, the course also has the aim of preparing graduates to continue on to second level studies.
To this end, both general and practical preparation is necessary, which allows students (1) to adapt to the ever-changing needs of different branches of the economy and society, both in the public sector and particularly in the private sector; and (2) to be prepared, if desired, for a successive, more advanced course of study. Graduates, therefore, are first of all provided with a broad spectrum of knowledge that is considered necessary both for dynamic intermediate-level professionalism and for the continuation in second-cycle degree courses, in Italy and abroad. It is therefore important for the various Departments of the University to participate in the educational offer (political and social sciences, industrial and information engineering, law, humanities, economic and business sciences), a characteristic that distinguishes this degree course compared to those offered at other universities.
In line with what has been stated above, the course is organized in two learning directions:
1) a direction oriented towards theory and methods;
2) a direction oriented towards techniques and practices.
The main objective of the degree course in 'Communication, Multimedia and Innovation' is the acquisition by students of adequate scientific knowledge and basic technical skills useful for analysing, managing and evaluating communication phenomena, as well as the formation of a critical awareness of the various aspects of these phenomena.
At the end of the course of study, graduates in 'Communication, Multimedia and Innovation' must therefore be able to: (a) effectively produce texts in different formats for different media and using different communication platforms, making use of the most innovative digital techniques; (b) be able to relate, even orally, to different types of public, both in the private and public sectors; (c) collaborate in the design and management of multimedia communication tools; (d) understand and evaluate the implications and regulatory and ethical limits of the activity conducted by communicators.
To achieve the objectives of the course, the educational offer is divided into the following four main subject areas (A-D), each declinable according to the learning directions (1-2) identified above and depending on the choices made by the students; the degree course, in fact, does not provide for differentiated curricula, but offers, while maintaining a common training core, a personalised training path that allows students to enhance and develop individual aptitudes, choosing between disciplinary specializations through different subjects or modules that are directed towards differentiated professionalism or skills.
A) The area of IT, information processing and digital publishing. (A1) In addition to the use of the principal multimedia systems and technologies and the creation and management of online multimedia containers (websites), students will learn the use of the main technologies for the production and distribution of information on digital media (text, image , sound). (A2) The three years of the course see a progression from the definition of the basic elements (architecture, digital production, formats), to the basics of internet technology and the implementation of websites, to the elements of digital publishing (images, graphics , video). The topics of big data, digital publishing and digital communication in different contexts (for example that of the museum) are also proposed.
B) The area of Linguistics. (B1) The course proceeds from general problems of semantics and pragmatics in language, even in different media, to the knowledge of the different forms of language that characterize the media in different ways. (B2) Subsequent insights are aimed at the dissemination of information in the present day, including different writing techniques, amongst them creative writing. As regards the two foreign languages studied, in addition to grammatical and syntactical elements, the course aims at their correct and effective use for communication purposes.
C) The Social and political area, including elements of economics. (C1) In order to induce a clear awareness of the social mechanisms of communication, the course initially offers the elements of sociological theory together with those of the methodology of social research, and then continues by examining the themes of the sociology of communication in general and of political communication in particular, up to (C2) the mechanisms underlying the evolution of public opinion, including the analysis of data on the circulation of information in the media. In terms of economics, tools are provided for understanding behaviour and the communication / perception of economic signals, together with the principles and techniques of marketing.
D) The area of law, ethics, and oratory. Starting from (D1) the foundations of private law relationships, the course provides knowledge relating to intellectual property law and the protection of personal data, essential elements in the world of communication. The important issues of ethics and deontology are not overlooked (D2), and public speaking techniques are also taught.
The course is accompanied by workshops in which students are given the opportunity to experiment through projects, some of them group projects, the most innovative relational and digital communication techniques; these are aimed at providing participants with a testing ground to develop their personal inclinations and aptitudes. There is a compulsory internship that makes use of the network of collaborations activated throughout the duration of the degree course. Finally, various free-choice activities are proposed, including some that are oriented towards preparation in a historical perspective (history of TV, radio and cinema).
The educational path ends with a final exam consisting in the preparation of a written thesis or a report that is the result of an internship or projects.
Conoscenza e comprensione
Area Generica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono innanzitutto acquisire un approccio interdisciplinare ai problemi della comunicazione, cioè una capacità di analisi e di intervento che consideri la pluralità dei punti di vista e delle competenze implicate nei processi comunicazionali dell'attuale società complessa, con particolare riferimento agli elementi di base rilevanti di economia, diritto, sociologia e politica. Devono quindi acquisire una significativa conoscenza teorica e un'altrettanto significativa comprensione delle più importanti e innovative tecnologie della multimedialità, in quanto utilizzate nell'attività dei professionisti della comunicazione.

Le conoscenze linguistiche in italiano e in due lingue europee devono risultare tali da poter essere utilizzate nella comprensione (scritto/parlato) e redazione (almeno a livello di base) delle principali tipologie di testi prodotti dai professionisti della comunicazione.

I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono acquisire conoscenze in ordine all'esercizio giuridicamente corretto e deontologicamente responsabile della comunicazione, anche in riferimento a nuovi problemi emergenti (e che presentano una significativa complessità).

Devono infine essere acquisite conoscenze relative, da un lato ai settori del management, del diritto, della politica e dei processi economici e del lavoro, dall'altro alle discipline linguistiche, semiotiche, letterarie, museologiche, artistiche e relative a cinema, radio e TV, e, più in generale, della comunicazione culturale.

L'insieme di queste conoscenze è acquisito partecipando attivamente alle attività didattiche (lezioni, esercitazioni, laboratori) e attraverso lo studio individuale, anche con l'uso di libri di testo avanzati. In particolare è da segnalare che le attività didattiche si caratterizzano per un elevato grado di interattività ed esperienzialità, in modo da situare il più possibile le conoscenze teoriche in un contesto applicativo. In questo senso, il corso di laurea prevede anche frequenti e qualificate integrazioni dell'attività didattica affidate a testimoni esterni che operano in contesti ad alta innovazione. Lo studente può quindi meglio comprendere i meccanismi alla base della Comunicazione nei diversi ambiti professionali.

Le modalità di verifica per le aree di apprendimento elencate includono prove scritte e/o orali, integrate, ove possibile, da attività progettuali.

Gli studenti possono poi partecipare al programma Erasmus grazie alle numerosissime sedi convenzionate.
Un ruolo formativo importante è svolto anche dallo stage obbligatorio, reso possibile da una rete di qualificati partner, che ha finora svolto un'importante funzione di placement.

Gli studenti possono poi integrare la loro formazione utilizzando la ricca offerta dell'Università (ad esempio il "Centro linguistico", cicli di conferenze, incontri, ecc.) o di altre qualificate istituzioni pavesi, come l'"Istituto Universitario di Studi Superiori" e i numerosi Collegi universitari (tra cui i collegi storici Borromeo e Ghislieri).

Area tecnologica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono conoscere e comprendere le tecnologie di base per la creazione di siti web e di contenuti multimediali. Devono altresì saper declinare le diverse tipologie di contenuti in base al supporto informatico di fruizione (il PC, lo smartphone, ecc.) e alla natura dello specifico contenitore multimediale (sito web istituzionale, blog, social network, ecc.).

Area giuridica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono conoscere e comprendere i fondamenti del diritto privato, l'utilizzo delle fonti normative unitamente alle cognizione legislative e giurisprudenziali, i problemi etico-giuridici della comunicazione nei mass-media tradizionali e nuovi, le nozioni giudiriche di base nel settore del diritto d'autore e della pubblicità, l'oratoria, la comunicazione del rischio e dell'emergenza e i principi giuridici vigenti in materia di libertà di espressione e di informazione.

Area socio-politica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono conoscere e comprendere il linguaggio politico, le teorie, i metodi e gli strumenti per l'analisi dei fenomeni sociali, la relazione fra i processi di formazione dell'opinione pubblica e le caratteristiche dei mezzi di comunicazione, le implicazioni tecniche, socio-politiche, culturali ed etiche delle grandi aggregazioni di dati, le diverse professioni della comunicazione, la struttura e le caratteristiche delle varie forme di consumo e il complesso rapporto tra politica internazionale e media.

Area linguistico-letteraria
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono conoscere e comprendere i temi della semantica e della pragmatica della comunicazione, la comunicazione letteraria italiana moderna e contemporanea, i fondamenti della scrittura creativa, gli strumenti per interpretare testi scritti di diverse tipologie, gli strumenti e le tecniche per la realizzazione di un prodotto professionale nell'ambito dell'editoria, la semiotica delle arti in relazione alle principali tradizioni italiane e internazionali, il rapporto fra documento filmico e conoscenza storica, le peculiarità del sistema radiotelevisivole italiano, le funzioni e gli usi della lingua inglese nell'ambito della comunicazione e i fondamenti di almeno un'ulteriore lingua (francese, spagnolo o tedesco).

Area economica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono conoscere e comprendere la logica di base della scelta economica e i suoi effetti sull'efficienza di sistema, le conoscenze fondamentali del marketing e delle tecniche di comunicazione pubblicitaria e l'economia politica della sharing economy.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Area Generica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono essere capaci di riferire le loro acquisizioni teoriche e concettuali alle dimensioni operative proprie delle professioni della comunicazione alla cui formazione il corso di laurea è finalizzato, così come devono essere capaci di ideare e sostenere argomentazioni e di saper definire e risolvere problemi, in relazione agli ambiti disciplinari del corso di laurea.

A tali fini, le attività didattiche sono svolte in modo da privilegiare un coinvolgimento attivo degli studenti, che sono chiamati a confrontarsi tra di loro e con i docenti, così come a realizzare elaborati o progetti sui contenuti dell'insegnamento.
 Le attività didattiche sono poi integrate da laboratori dedicati a sviluppare i contenuti più operativi, così come sono previsti interventi di professionisti esterni in qualità di testimoni.

Uno stage obbligatorio, presso organizzazioni altamente coerenti e sulla base di uno specifico progetto formativo individuale, contribuisce ulteriormente a rafforzare le capacità di applicare le conoscenze acquisite.

La verifica delle capacità in oggetto avviene sia attraverso modalità di valutazione in itinere (come la valutazione di prove intermedie connesse a elaborati o progetti svolti durante il corso), sia attraverso una valutazione finale, come nel caso dello stage per cui è prevista una duplice valutazione: dell'organizzazione ospitante e del tutor universitario. Anche l'esame finale dei singoli insegnamenti prevede una valutazione non solo delle conoscenze acquisite, ma anche della capacità di applicarle nei contesti della comunicazione professionale.

Infine, un momento importante di verifica è costituito dalla prova finale, che si articola preferibilmente in una parte teorica e in una più direttamente applicativa.

Area tecnologica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono essere in grado di usare le tecnologie di base per la creazione di siti Web e di contenuti multimediali. La maggior parte delle attività didattiche dell'area informatica e tecnologica sono caratterizzate da una componente pratica (laboratori) sostanziale. In quest'ottica, la verifica delle capacità in oggetto avviene anche attraverso la realizzazione di "progetti" atti a valutare le capacità di progettazione e sviluppo di prodotti multimediali.

Area giuridica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono saper mettere in pratica le competenze acquisite (su diritto privato, temi etico-giuridici, diritto d'autore e della pubblicità, oratoria, comunicare in situazioni di emergenza, libertà di espressione e di informazione, ecc.) nei diversi contesti della comunicazione. Le lezioni frontali stimolano la partecipazione attiva degli studenti attraverso numerosi esempi e casi di studio.

Area socio-politica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono saper mettere in pratica le competenze acquisite (su linguaggio politico, fenomeni sociali, opinione pubblica, big data, professioni della comunicazione, consumo, politica internazionale, ecc.) nei diversi contesti della comunicazione. Le lezioni frontali stimolano la partecipazione attiva degli studenti attraverso numerosi esempi e casi di studio.

Area linguistico-letteraria
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono saper mettere in pratica le competenze acquisite (su semantica e pragmatica della comunicazione, comunicazione letteraria, scrittura creativa, interpretazione di testi scritti, realizzazione di prodotti editoriali professionali, semiotica delle arti, cinema, radio e televisione, usi della lingua inglese per la comunicazione, fondamenti di altre lingue straniere, ecc.) nei diversi contesti della comunicazione. Le lezioni frontali stimolano la partecipazione attiva degli studenti attraverso numerosi esempi e casi di studio.

Area economica
I laureati in Comunicazione, Innovazione, Multimedialità devono saper mettere in pratica le competenze acquisite (su scelte economiche e loro effetti, marketing e comunicazione pubblicitaria, economia della sharing economy, ecc.) nei diversi contesti della comunicazione. Le lezioni frontali stimolano la partecipazione attiva degli studenti attraverso numerosi esempi e casi di studio.
Autonomia di giudizio
I laureati in 'Comunicazione, Innovazione, Multimedialità' devono avere la capacità di raccogliere ed interpretare in modo autonomo i dati e le informazioni -relativamente all'area della comunicazione contemporanea- ritenuti utili a determinare il proprio giudizio e la riflessione sui temi sociali, scientifici ed etici a essi connessi.
Per ottenere questo obiettivo, già dal primo anno i docenti sono invitati a operare sinergicamente, ciascuno a partire dal proprio insegnamento, per far sviluppare le capacità di: (a) definire obiettivi e strategie, individuali e di gruppo, nello svolgimento dei compiti; (b) trarre conclusioni personali dagli insegnamenti impartiti e dai casi studiati; (c) cercare di approfondire in modo personale le nozioni ricevute tramite letture e materiali aggiuntivi.
Per tale ragione la valutazione dei risultati in ogni insegnamento non si baserà soltanto sulla replicazione delle nozioni apprese, ma anche sulle modalità espressive e sul contributo personale. Ciò sarà rilevante, in particolare, in occasione della predisposizione di progetti e della stesura di saggi, tesine e presentazioni multimediali.
Abilità comunicative
Per definizione, i laureati in 'Comunicazione, Innovazione, Multimedialità' devono acquisire significative abilità comunicative, così da poter trasmettere in modo efficace informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti. Tali abilità dovranno manifestarsi nelle diverse forme e modalità apprese nel corso degli studi: forma scritta, orale anche in pubblico, multimediale, articoli giornalistici, comunicati stampa, brochure.
In particolare, le abilità comunicative dovranno potersi esprimere nelle direzioni che appaiono più consone alle attuali esigenze dei settori privato e pubblico, e segnatamente: (a) esigenza di coordinare i diversi metodi e canali tesi all’efficace raggiungimento dei target della comunicazione interna ed esterna (comunicazione integrata); (b) esigenza di progettare contenuti digitali da affiancare ai mezzi più tradizionali; (c) esigenza di gestire i rapporti con l’interno e l’esterno dell’impresa/istituzione da remoto.
Benché tutti gli insegnamenti, in qualsiasi forma impartiti, siano coinvolti nell’obiettivo dell’acquisizione e valutazione delle abilità comunicative, un insieme di attività formative è orientato in particolare a tale scopo: si tratta principalmente delle attività ricomprese nell’area linguistica (p. es. tecniche di linguaggio e scrittura), in quella della deontologia/retorica (p. es. comunicazione in pubblico, impatto della comunicazione) e in quella economica (p. es. comunicazione pubblicitaria, diffusione delle informazioni economiche). Agli studenti è anche suggerito di selezionare, tra i crediti a libera scelta, un insegnamento tra quelli offerti nell’Ateneo nel campo delle competenze trasversali.
Language(s) of instruction/examination
ITALIAN
Capacità di apprendimento
I laureati in 'Comunicazione, innovazione, multimedialità' devono acquisire le capacità di apprendimento che saranno loro necessarie per intraprendere con un alto grado di autonomia non solo eventuali studi successivi, ma anche per affrontare percorsi lavorativi che richiedono di aggiornare continuamente le proprie conoscenze e competenze. In tal senso, la direzione di apprendimento 1 – Teorie e metodi assume particolare rilievo.
Per ottenere questo obiettivo, già dal primo anno i docenti sono invitati a operare sinergicamente, ciascuno a partire dal proprio insegnamento, per far sviluppare le capacità di (a) porsi domande ed essere attenti e curiosi e (b) approfondire la preparazione tramite materiali non forniti direttamente ma solo suggeriti dai docenti. Molte attività didattiche prevedono poi un autonomo lavoro (individuale e di gruppo) da parte degli studenti sotto forma di elaborati e progetti intermedi. D’altra parte, lo stage obbligatorio, assieme a eventuali esperienze Erasmus, contribuisce ad elevare ulteriormente il grado di responsabilizzazione.
Tali capacità vengono verificate ovviamente durante la prova finale, ma anche, nei casi di discussione di elaborati e progetti, durante gli esami e le prove in itinere dei singoli insegnamenti.
Skills associated with the function
Communications expert
Graduates must:
- possess basic skills and specific skills in the various communication sectors ,and be able to carry out professional tasks in the media, in public administration, in the various apparatuses of the cultural industry and in corporate, service and consumer sectors;
- possess basic skills relating to new technologies, and those skills necessary for carrying out activities of communication and relating with the public;
- possess the necessary skills for editorial activities in different media, taking into account the target audience on each occasion;
- be conversant, in written and oral form, in two foreign languages, at least one of them from the European Union, and have acquired skills for the effective use of the Italian language;
- possess the basic skills necessary for the production of informative and communicative texts;
- possess the learning skills and autonomy of judgment necessary for taking on a second-cycle degree course or a professional masters course.
Function in a work context
Communications expert
In the current work, the role context requires a combination of skills: conception, production and distribution of content; attention to relations between and within companies, and between institutions and citizens; familiarity with old and new media; willingness to work as an employee but also to demonstrate entrepreneurial initiative; development of digital services, products and applications; interdisciplinary culture to permit the understanding of the complexities of communicational issues.
Also taking into account the suggestions voiced by the interested parties who participate in the consultations, the graduate must be able to carry out, among the main functions required by the world of work, the following:
- providing assistance to specialists in the research and acquisition / organization of data and information;
- organization and packaging of data and information in a relevant and meaningful way for companies and clients;
- assistance in promoting the market activities of a company or the image of an institution;
- research, selection, collection and systematization of data and favourable information and advertising material;
- visiting, on behalf of advertising companies, companies and organizations offering advertising / communication products or services;
- representation and promotion of artists / athletes / public figures, taking care of their visibility;
- supply of services for the organization and management of trade fairs / conferences / events;
- organization and coordination of activities related to the implementation of schedules and radio and television programs and theatrical and cinematographic production;
- realization, using various techniques (including digital), of sketches / detailed drawings / multimedia elaborations / animations aimed at advertising communication, and illustrations.
For managerial tasks, the graduate will subsequently be able to access second-cycle degree courses or professional masters courses.